Le titolarità di un determinato ammontare di

Le criptovalute, dette anche cryptocurrency, oggi rappresentano un asset finanziario in grande crescita. Ogni giorno migliaia di traders investono in questa moneta virtuale e ne ricavano profitti. Sicuramente le valute più conosciute sono i bitcoin. Ma anche se BTC non è l’unica criptovaluta, sicuramente è stata la prima e quella con la maggiore capitalizzazione di mercato. Ossia quella che rappresenta quello che si definisce “il maggior valore equivalente”. Vuol dire che se tutti i bitcoin venissero scambiati in euro il loro valore si attesterebbe sui 60 miliardi di euro.Cosa sono le criptovaluteSi tratta, come detto, di una moneta virtuale; due sono i fattori che ne hanno determinato il successo:- innanzitutto la crittografia e la blockchain: attraverso la crittografia vengono creati “registri”, le blockchain appunto, in cui sono riportati tutti gli scambi avvenuti; in questo modo vi è certezza sulla titolarità di un determinato ammontare di moneta virtuale; – la tecnologia: a supportare il mercato degli scambi della cryptocurrency ci sono computer potentissimi, che effettuano un numero infinito di calcoli a grandissima velocità;L’investimento sulle criptovalute presenta altissimi profili di rischio, è facile imbattersi nelle truffe in quanto parliamo di una valuta che non è sottoposta ad una regolamentazione da parte delle autorità. Come funziona la cryptocurrency?Esistono diversi tipi di criptovalute, che si differenziano tra loro per determinate caratteristiche. Nonostante ciò, tutta la moneta virtuale ha delle “qualità” che non mancano mai. Senza alcune caratteristiche la moneta virtuale non sarebbe tale:- L’algoritmo. A far funzionare le criptovalute sono algoritmi complicati. Sono procedimenti che risolvono determinati problemi attraverso l’applicazione di un certo numero di istruzioni. Computer collegati in rete risolvono un algoritmo, che caratterizza una certa criptovaluta, creando nuova moneta; il valore creato viene spartito tra i computer che hanno partecipato alla creazione e alla risoluzione dell’algoritmo stesso;- Il limite. La valuta creata non è infinita, ossia esiste un limite alla moneta che è consentito creare;- Le autorizzazioni. La creazione di criptovaluta è un processo condiviso. Per scambiarla sono necessarie autorizzazioni multiple;- La domanda e l’offerta. Non esiste alcuna autorità monetaria che controlla il processo di circolazione della moneta e che di conseguenza ne determina il valore; esso è “deciso” esclusivamente da domanda e offerta da parte degli investitori; – L’anonimato. Gli scambi di moneta virtuale sono solitamente anonimi e avvengono in tempo reale; Una volta compreso come funziona questo sistema, le domande sono varie e tutte legittime: conviene investire i propri capitali in criptovalute? Su quali mercati investireCi sono diverse piattaforme CFD a disposizione per investire sulle criptovalute. Sono consigliate Plus500, Markets.com ed eToro. Consentono l’accesso gratuito e non chiedono commissioni per effettuare le transazioni.Le criptovalute più famose e con capitalizzazione di mercato maggiore sono:- BitCoin;- Ethereum;- BitCoin cash; – Litecoin;- Ripple;BitcoinDunque sono bitcoin ed ethereum le criptovalute con capitalizzazione di mercato maggiore. Ma quali sono le caratteristiche di queste due monete virtuali?  Cominciamo con i bitcoin. Non è possibile coniarli all’infinito, il limite esiste ed è già stabilito: saranno raggiunti i 21 milioni di bitcoin nel 2140. Ogni bitcoin indica chi è il proprietario, ossia chi ha creato la valuta. Questa caratteristica è necessaria perchè permette di spenderlo soltanto una volta, evitando le truffe. La blockchain dove sono registrati i proprietari di bitcoin è suddiviso da quanti compongono la rete peer to peer. Questo è uno dei motivi per cui la regolamentazione e il controllo della creazione e del flusso dei bitcoin è impossibile. Per quanto riguarda l’anonimato delle transazioni della moneta, è una verità parziale: in realtà le operazioni sono pubbliche e conservate per sempre nella blockchain dei bitcoin. Se il Bitcoin address può essere consultato da tutti, il nome del titolare rimane segreto fino a quando non sarà il titolare stesso della transazione a rilevarlo. L’EthereumEthereum è il principale antagonista dei bitcoin. Anche nel suo caso si tratta di un sistema di pagamento, ossia con questa moneta virtuale è possibile comprare oggetti reali, non solo scambiare valute. La caratteristica di ethereum è di non avere nessuna autorità ci controllo. Inoltre ethereum è anche una piattaforma su cui è possibile creare software in modo condiviso. La sua piattaforma è sostenuta dal contributo di migliaia di computer in tutto il mondo. Questa caratteristica permette di conservare una traccia pubblica di tutti i risultati ottenuti nella sua blockchain. Tutti i dati sono fruibili e consultabili in qualunque momento da chiunque, e non sono modificabili. Questa è la principale differenza rispetto ai bitcoin: su ethereum sarà possibile “sottoscrivere” contratti a lungo termine che avranno effetti vincolanti tra le parti. I programmi sviluppati su ethereum sono per questo definiti smart contract.L’altra differenza tra ethereum e le altre criptovalute è la sua blockchain. Ethereum dà la possibilità agli sviluppatori di creare tutte le operazione desiderate, senza limiti.Investire in cryptocurrencyI modi per fare operazioni con le criptovalute sono due: – si può acquistare criptovaluta per rivenderla e ottenere un profitto;- si può fare trading tramite i CFD, senza possedere la moneta virtuale; Nel primo caso i rischi sono evidenti. Si devono obbligatoriamente utilizzare strumenti disciplinati dalla Consob.Il consiglio è sempre quello di operare tramite i CFD, ossia attraverso contratti per differenza: si tratta di contratti finanziari che disciplinano ogni tipo di asset finanziario.È  consigliato fare operazioni con CFD che hanno ethereum e bitcoin come valuta sottostante.

x

Hi!
I'm James!

Would you like to get a custom essay? How about receiving a customized one?

Check it out